Estate 2014 in Emilia Romagna, anche turismo culturale ...

Gli operatori turistici dell'Emilia Romagna confermano che il 2014 potrebbe essere l'anno giusto per trascorrere le ferie estive nella riviera adriatica.

L'Emilia Romagna si presta molto, durante l'estate, per trascorrere un periodo di relax e divertimento. Ma le mete in Emilia sono anche quelle del turismo culturale.
Per la sua particolare posizione, l'Emilia Romagna, si pone come ponte tra nord e sud del Paese e tra le sponde del Tirreno e dell'Adriatico. Questa sua caratteristica si esplicita nella rete di vie di comunicazione che l'hanno attraversata e l'attraversano, da quelle fisiche, del passato e del presente, a quelle "virtuali" e immateriali, fatte di tradizioni e di movimenti culturali e artistici.

Ravenna, Modena e Ferrara città d'arte per eccellenza:
Sede del potere imperiale bizantino in Italia, Ravenna conobbe fino all'VIII secolo un periodo di splendore e ricchezza. La caratterizzano monumenti di culto di età tardo antica, fusione degli influssi artistici dell'Oriente con l'iconografia cristiana, dalle splendide decorazioni musive in oro degli interni.

A Modena, la Cattedrale, progettata da Lanfranco e decorata da Wiligelmo, la Torre Civica e Piazza Grande rappresentano nella cultura del XII secolo un esempio eminente di un complesso architettonico i cui valori religiosi e civici sono riuniti in una città cristiana del Medioevo.


Con la Signoria degli Estensi, Ferrara nel XV secolo assunse ben presto la rappresentazione della città ideale, grazie ad artisti come Biagio Rossetti, Piero della Francesca e Andrea Mantegna. Progettata in modo unico, la città rinascimentale ha mantenuto la struttura urbana virtualmente intatta.
Il territorio dell’Emilia Romagna offre un patrimonio storico-artistico dal valore inestimabile che è possibile far conoscere al mercato grazie alla formula “vincente” di promozione e commercializzazione adottata in questi anni.

A conferma di ciò nelle ultime stagioni le presenze nelle città d’arte dell’Emilia-Romagna hanno sempre oscillato fra i 4,5 e i 4,9 milioni, un dato di tutto rispetto

 
Ultime notizie pubblicate