Turismo a Parma, Itinerario naturalistico

Per chi vuole fare una vacanze a Parma, proponiamo un itinerario atipico.


In aggiunta al Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano ci sono quattro parchi regionali sul territorio:
Parco Regionale Boschi di Carrega
Parco Fluviale Regionale del Taro
Parco Fluviale Regionale dello Stirone
Parco Regionale dei Cento Laghi
Accanto ai parchi, si segnalano anche altre aree protette: la Riserva naturale orientata Parma Morta (all’interno di una vasta golena del Po per un tratto di 5 chilometri tra le foci dei torrenti Enza e Parma, con flora e fauna tipiche degli ambienti umidi), la Riserva naturale orientata Monte Prinzera, la più estesa della regione (istituita nel 1992 per preservare un massiccio ofiolitico di rocce del Giurassico: è uno scrigno di elementi geologici, paesaggistici, floristici e faunistici straordinariamente preziosi), il Parco Provinciale Monte Fuso (nei pressi di Scurano, caratterizzato dalla presenza di cervi, daini e caprioli e attrezzato per la sosta camper e per le attività didattiche e turistiche) e l’Oasi “Cavaliere d’Italia" di Torrile, creata dalla Lipu per favorire la sosta e la nidificazione degli uccelli acquatici e dotata di una decina di capanni d’avvistamento.

Le altre Oasi di protezione faunistica del parmense:
[da Parchi.parma.it]
Cave
Frassinara
Fontevivo
Garzaia Zamorani
Garzaia dell'Enza di Casaltone
Siccomonte
Roccamurata
Monte Penna
I Ghirardi
Lago Verde
Prato Spilla
Val Parma
Castellaro


 
Itinerari Parma